COVID-19 – Le nostre proposte per la ripresa di PULA

0
71
Questa terribile epidemia non ha lasciato scampo a nessuno, cittadini e imprese sono stati duramente colpiti e dopo l’emergenza sanitaria arriva non meno devastante quella economica.
Pula è un territorio con una forte vocazione turistica che nell’estate ha sempre trovato la sua occasione di rilancio. Quest’anno per ovvie ragioni sappiamo tutti che sarà all’insegna dell’incertezza e pertanto gli operatori hanno bisogno più che mai del supporto dell’amministrazione per far fronte alla più grave crisi economica del dopoguerra.
Per questa ragione, come consiglieri di minoranza abbiamo pensato di proporre alcune iniziative che possano essere di sollievo per un comparto duramente colpito dall’epidemia da coronavirus come quello turistico/ commerciale.
In particolare, poiché il Comune di Pula ha incassato nella stagione 2019 la somma di quasi 600 mila euro dalla tassa di soggiorno, chiediamo alla Giunta che parte di queste importanti risorse siano destinati per misure straordinarie a sostegno del comparto turistico, intendendo per questo tutta la filiera produttiva e non solo quella della ricettività.
Nello specifico vorremo che la Giunta applicasse delle forti riduzioni se non addirittura l’esenzione per quanto riguarda la TARI, sappiamo infatti che in questi mesi di inattività il volume dei rifiuti conferiti si è ridotto notevolmente con evidenti riduzioni di costi, a tal fine il Comune potrebbe esentare gli operatori economici, che sono stati costretti a chiudere, esentando il pagamento della tassa almeno per i mesi di forzata inattività.
Per quanto riguarda il SUOLO PUBBLICO, proponiamo l’esenzione del canone e la possibilità di estendere la superficie occupata senza aggravio di costi, in quanto sembra opinione diffusa che la ripresa delle attività avverrà necessariamente attraverso misure tese al distanziamento sociale, in particolare la distanza dei tavolini delle attività che esercitano l’attività all’aperto potrà essere adeguata a questa nuova esigenza senza che per l’operatore economico questo adeguamento comporti un costo.
Abbiamo pensato anche di considerare l’eliminazione della sosta pagamento nella zona urbana in favore di un efficiente servizio di disco orario.
L’ultima proposta nn meno importante è quella di prevedere anche la sospensione della Tassa di Soggiorno in quanto in un momento come questo è necessaria una forte azione di rilancio della destinazione che solo attraverso misure di Tax-Free siamo certi possano contribuire a restituire l’immagine che Pula merita recentemente un pò offuscata da inutili vessazioni a cui cittadini e turisti sono stati soggetti (vedasi vicende multe da ZTL).
Riteniamo che queste misure costituiscano alcuni interventi minimi per un chiaro segnale di conforto e di adeguato supporto per rendere meno difficile la ripresa.
Auspichiamo altresì, come evidenziato anche dall’articolo dell’Unione di ieri che il nostro esempio di destinare i gettoni di presenza a disposizione della Comunità Pulese venga seguito anche dai colleghi della maggioranza e in particolare dal Sindaco e dalla Giunta ci aspettiamo un segnale forte e determinato.
Qualcuno ha evidenziato che la beneficienza si fa ma non dice e forse dice il giusto, ma la nostra non è beneficienza, la nostra si chiama responsabilità e supporto alla comunità e le risorse che destiniamo sono della collettività e come tale abbiamo deciso di restituirle alla comunità Pulese attraverso una donazione.
I Consiglieri di Minoranza

Lascia un commento

Please enter your comment!
Per cortesia inserisci il tuo nome qui